NOTA BIBLIOGRAFICA

Questo libro, come ogni libro, è fatto di esperienze e di letture. Alcuni libri (e alcuni film) sono citati nel testo. Altri hanno rappresentato la fonte o la lettura di riferimento, anche per un solo paragrafo o passaggio. Li ho elencati di seguito, in ordine alfabetico.

Qui, accanto alla bibliografia, ringrazio chi ha letto le prime stesure, mi ha incoraggiato e mi ha aiutato a trovare un editore: Virginia Gentilini, Lucia Panciera, Piero Cavaleri, Riccardo RidiGiovanni Solimine, Stefano Tabacchi (in particolare Piero e Riccardo hanno commentato il testo passo per passo). Infine ringrazio l’Editrice Bibliografica e Massimo Belotti.

    • Antonella Agnoli, Le piazze del sapere: biblioteche e libertà, Bari, Laterza, 2009, xii, 172 p.
    • Alessandro Baricco, I barbari: saggio sulla mutazione, Milano, Feltrinelli, 2006
    • Le biblioteche nel mondo antico e medievale, a cura di Guglielmo Cavallo, Bari, Laterza, 1988
    • Luciano Canfora, Il copista come autore, Palermo, Sellerio, 2002
    • Elisabeth L. Eisenstein, Le rivoluzioni del libro: l’invenzione della stampa e la nascita dell’età moderna, Bologna, Il Mulino, 1995
    • Eric A. Havelock, Cultura orale e civiltà della scrittura: da Omero a Platone, Bari, Laterza, 2006
    • Ivan Illich, Nella vigna del testo: per una etologia della lettura, Milano, Cortina, 1994
    • Derrick De Kerckove, Dall’alfabeto a Internet : l’homme “litteré” : alfbetizzazione, cultura, tecnologia, Milano, Mimesis, 2008
    • Roger Fidler, Mediamorfosi. Comprendere i nuovi media, Milano, Guerini, 2000 (ed. or. 1997). Vedi p. 49 per il paragone tra la lettura e la guida dell’auto.
    • Françoise Levie, L’homme qui voulait classer le monde: Paul Otlet et le Mundaneum, Bruxelles, Les impressions nouvelles, 2008
    • Lawrence Lessig, Remix: il futuro del copyright (e delle nuove generazioni), Milano, ETAS, 2009. Per l’idea che i nuovi media digitali stanno “librificandosi” e per l’idea che la scrittura sia il “latino” del nostro tempo
    • Michel Melot, Libro, Milano, Sylvestre Bonnard, 2006. Vedi p. 22 per l’esempio dello spazio occupato dai Vangeli in un codice e in un rotolo
    • Fabio Metitieri, Il grande inganno del web 2.0, Roma-Bari , Laterza, 2009
    • Armando Petrucci, Prima lezione di paleografia, Roma-Bari, Laterza, 2002
    • Neil Postman, Divertirsi da morire: il discorso pubblico nell’era dello spettacolo, Venezia, Marsilio, 2002 (ed. or. 1985)
    • Riccardo Ridi, La biblioteca come ipertesto: verso l’integrazione dei servizi e dei documenti, Milano, Bibliografica, 2007
    • Riccardo Ridi – Fabio Metitieri, Biblioteche in rete: istruzioni per l’uso, 4. ed., Roma-Bari, Laterza, 2005 http://www.laterza.it/bibliotecheinrete/
    • Gino Roncaglia, La quarta rivoluzione: sei lezioni sul futuro del libro, Roma-Bari, Laterza, 2010 http://www.ebooklearn.com/libro/
    • Massimo Russo – Vittorio Zambardino, Eretici digitali: le rete è in pericolo, il giornalismo pure : come salvarsi con un tradimento e 10 tesi, Milano, Apogeo, 2009
    • Giovanni Sartori, Homo videns: televisione e post-pensiero, Roma-Bari, Laterza, 1999
    • Alfredo Serrai, Breve storia delle biblioteche in Italia, Milano, Sylvestre Bonnard, 2006
    • Raffaele Simone, La terza fase: forme di sapere che stiamo perdendo, Roma-Bari, Laterza, 2000
    • Giovanni Solimine, La biblioteca: scenari, culture, pratiche di servizio, Roma-Bari, Laterza, 2006
    • Storia della lettura nel mondo occidentale, a cura di Guglielmo Cavallo e Roger Chartier, Roma-Bari, Laterza, 2004
    • Paolo Traniello, Biblioteche e società, Bologna, Il Mulino, 2005
    • David Weinberger, Everything is miscellaneous: the power of the new digital disorder, New York, Times Books, 2007 (Trad. it: Elogio del disordine: le regole del nuovo mondo digitale, Milano, Rizzoli, 2010)